Piantagione marijuana, altri 2 arresti

ANDRIA - TRANI), 26 APR - Sono accusati di aver coltivato una piantagione di 7.000 piante di marijuana, scoperta dai carabinieri nel novembre 2017 a Canosa di Puglia, a nord di Bari: per questo sono stati arrestati, ai domiciliari con braccialetto elettronico, in esecuzione di due ordinanza di custodia cautelare emesse dal gip di Trani, il barlettano Michele Dimatteo, di 51 anni, e Francesco Desiderato, 50enne di Bitonto. Entrambi hanno precedenti penali. Sono ritenuti responsabili, in concorso con Davide Dimatteo, arrestato a novembre, di aver coltivato la piantagione e di aver prodotto marijuana. A novembre i militari hanno sequestrato le 7.000 piante e 200 kg di sostanza stupefacente già pronta per essere venduta. Dimatteo fu colto in flagranza di reato e arrestato, gli altri riuscirono a fuggire. La trasformazione delle piante in sostanza stupefacente avveniva in un opificio. La sostanza stupefacente sequestrata, se commercializzata, secondo i carabinieri avrebbe reso un guadagno milionario.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Zapponeta

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...